Molti medici consigliano GONDOLA nel trattamento di alcuni sintomi motori.

Sono molti ormai i medici che utilizzano e consigliano GONDOLA ai loro pazienti, integrandola con altre terapie.

Dott.ssa Ravenni: “Utilizzando GONDOLA, in certi casi, abbiamo potuto ridurre la terapia farmacologica”

Hanno ottenuto ottimi risultati soprattutto nel migliorare i sintomi motori causati dal Parkinson, come Freezing della marcia, lentezza dei movimenti ed equilibrio e in diversi casi hanno anche ridotto i farmaci, come racconta la Dott.ssa Roberta Ravenni, neurologo specialista in disturbi del movimento: “integrando GONDOLA nella strategia terapeutica, abbiamo potuto ridurre del 50-60% la terapia farmacologica, con benefici notevoli in termini di riduzione degli effetti collaterali. Questo aspetto è molto importante soprattutto nei Parkinson giovanili, perché ci permette di procrastinare l’intervento anche da un punto di vista terapeutico.

Abbiamo inoltre ottenuto i migliori risultati nei pazienti in stadio medio e avanzato della patologia, che sono quelli che presentano la maggiore incidenza di disturbi motori, in particolare il Freezing.

Prof. Porta: “Il Freezing è uno dei disturbi più pericolosi”

Proprio il Freezing, come afferma il Prof. Mauro Porta, Responsabile del Centro Malattie Extrapiramidali dell’IRCCS Galeazzi di Milano “è uno dei sintomi motori più pericolosi, presente almeno nel 70-80% dei pazienti in fase medio-avanzata di malattia. GONDOLA è efficace nel migliorare questo sintomo senza causare effetti collaterali come discinesie e distonie.

Il Parkinson, inoltre, è una malattia con molte sfaccettature, ritengo quindi sia meglio adottare un approccio multifunzionale, cioè integrando più terapie.

Dott. Turetta: “GONDOLA è un’innovativa terapia per combattere il sintomo del Freezing della marcia.”

Secondo il Dott. Antonio Turetta, Fisiatra e docente presso l’Università Statale di Milano, un grande vantaggio di GONDOLA è che “l’effetto della stimolazione AMPS è immediato e porta un miglioramento globale dell’equilibrio, prevenendo anche le possibili cadute.

Il miglioramento motorio porta anche grandi benefici sugli aspetti psicologi, in particolare sull’autostima e indipendenza.

Altro vantaggio è sicuramente il fatto di poter continuare la terapia a casa, in maniera autonoma.

Dott.ssa Previati: “GONDOLA ha anche enormi benefici sulla qualità di vita dei pazienti.”

La Dott.ssa Chiara Previati, Fisioterapista, sottolinea proprio “l’enorme beneficio che GONDOLA apporta alla qualità della vita dei pazienti attraverso il recupero dell’autonomia motoria. Abbinare GONDOLA alla fisioterapia permette poi di ottenere un miglioramento completo delle capacità motorie, grazie al recupero del tono muscolare e dell’equilibrio.

Dott. Gilardi: “La cosa più bella che ci dice il paziente è che non si sente più parkinsoniano”

Dott. Maurizio Gilardi, Fisioterapista del Centro HISO di Milano, racconta: “Nei miei pazienti, che utilizzano GONDOLA ho riscontrato miglioramenti progressivi. Nessuno di loro ha riportato peggioramenti nel tempo, al massimo il loro beneficio è rimasto stabile“.

Vedere una persona correre dopo 10 anni che non lo faceva, dopo solo 96 secondi di terapia è la cosa più bella del mondo!

Dott.ssa De Pandis: “GONDOLA è efficace nei sintomi che non rispondono alle altre terapie.”

La Dott.ssa Francesca De Pandis, Responsabile UO Riabilitazione Neuromotoria del Centro Parkinson dell’IRCCS San Raffaele di Cassino, è stata uno degli investigator degli studi clinici ed evidenzia che “GONDOLA è efficace nei sintomi che non rispondono alle altre terapie, apportando benefici su quelli che noi chiamiamo “unmet needs”, cioè quei sintomi che non rispondono alla levodopa o ad altre terapie, come quella chirurgica.

Generalmente si tratta di sintomi che compaiono in fase avanzata di malattia.”

New website's coming soon, leave your email to be updated