Gli esercizi aerobici potrebbero migliorare la resistenza nella camminata dopo l’ictus

Gli esercizi aerobici potrebbero migliorare la resistenza nella camminata dopo l’ictus

Secondo una nuova ricerca del Journal of American Heart Association, the “Open Diario di accesso dell’American Heart Association / American Stroke Association”, chi ha avuto episodi ischemici e ha completato programmi di allenamento aerobico di gruppo simili come tipologia e durata a quelli di riabilitazione cardiaca ha migliorato significativamente la loro resistenza aerobica e capacità di deambulazione.

Ictus e fisioterapia per i disturbi del cammino

L’ictus rimane la principale causa di disabilità e la fisioterapia è spesso prescritta per migliorare i problemi di deambulazione.

Secondo un’analisi di 19 studi pubblicati per valutare l’impatto dell’allenamento aerobico sulla resistenza e sul cammino dopo l’ictus, la maggior parte delle cure riabilitative attuali a seguito di ictus si concentra poco o nulla sull’allenamento aerobico e quando si consiglia di praticare un allenamento costante i pazienti spesso non riescono a mantenersi attivi senza alcun supporto o guida.

Elizabeth Regan, DPT, autrice principale dello studio e dottorato di ricerca, candidato in Scienze Motorie all’Università della Carolina del Sud, ha affermato:

“La terapia fisica che attualmente forniamo ai pazienti dopo un ictus si concentra maggiormente sul miglioramento della capacità di muoversi e cercarsi di muovere bene piuttosto che sull’aumento di quanto lontano riesci ad arrivare e in che tempo. Non importa quanto bene riesci a camminare se il tuo livello di resistenza ti tiene a casa”.

L’importanza di un allenamento aerobico

Quasi 500 adulti di età media tra 54-71 hanno completato programmi di allenamento aerobico simili alla riabilitazione cardiaca.

I partecipanti hanno partecipato a due/tre sessioni a settimana per circa tre mesi.

Di quasi due dozzine di diversi gruppi di esercizi, la camminata era il tipo di attività più comune, seguita dalla cyclette e quindi dall’allenamento aerobico in modalità mista. Le capacità fisiche sono state testate prima e dopo l’intervento.

Guardando i risultati per tipo di attività, i ricercatori hanno scoperto:

  • L’attività aerobica mista fornisce il miglior risultato (4 gruppi di trattamento) seguito da camminata (12 gruppi di trattamento).
  • La cyclette o l’ellittica orizzontale (un misto tra l’ellittica e la bicicletta) anche se ancora significativi erano il meno efficace (7 gruppi di trattamento).
  • Complessivamente, i partecipanti hanno migliorato significativamente il loro livello di resistenza e velocità di camminata.

Un allenamento aerobico permette una migliore prestazione fisica

In media, i partecipanti hanno camminato più lontano di quasi la metà di un campo di calcio (cioè circa 50-60 metri in più) durante un test di camminata di sei minuti. I partecipanti con lievi disabilità motorie hanno avuto maggior beneficio.

La dottoressa Regan ha detto:

“Questi benefici sono stati raggiunti indipendentemente da quanto tempo era trascorso dal loro ictus. La nostra analisi ha incluso pazienti che avessero subito un icuts da meno di sei mesi a più di un anno e i benefici sono stati visti in tutti casi, sia che avessero iniziato il programma di esercizi aerobici un mese o un anno dopo aver avuto un ictus.”

Stacy Fritz, Ph.D., PT, co-autore dello studio e professore associato di esercizio scienza nel programma di terapia fisica presso l’Università della Carolina del Sud, invece ha affermato:

“I programmi di riabilitazione cardiaca possono essere un’opzione valida per i pazienti che conseguentemente a un episodio d’ictus hanno maggior rischi per la salute e perdite di resistenza simili ai pazienti che praticano riabilitazione cardiaca. Quasi ogni ospedale ha un programma di riabilitazione cardiaca, quindi è una piattaforma esistente che potrebbe essere utilizzata per i pazienti che hanno avuto episodi ischemici. Incanalare i pazienti con ictus in questi programmi esistenti può essere una soluzione semplice ed economica con benefici a lungo termine. “

Benefici a lungo termine

Mentre questo studio suggerisce che i programmi di allenamenti aerobici di gruppo migliorano la salute e la resistenza nei pazienti che hanno avuto un ictus, non è stata eseguita alcuna analisi del gruppo di controllo per il confronto dei risultati.

Sono stati disponibili dati di follow-up per determinare se i benefici per la salute persistessero.

Altri coautori sono Reed Handlery, D.P.T. e Michael Beets, Ph.D. Le divulgazioni dell’autore sono sul manoscritto.

Finanziati dall’American Heart Association, della University of South Carolina e della Foundation for Physical Therapy Research hanno supportato lo studio.

New website's coming soon, leave your email to be updated