Boxe Night Florence e Un gancio al parkinson assieme a teatro

Boxe Night Florence e Un gancio al parkinson assieme a teatro

In Italia si sta registrando una vera rinascita della passione del pugilato, boxe o noble art, uno degli sport più antichi al mondo. Sempre più persone di qualsiasi età e sesso scelgono questo sport per tenersi in forma e rilassarsi.

Lo scorso anno la Boxe Night Florence è stato un evento di grosso successo al Mandela Forum e in seguito, durante la Boxe Night Prato, è stata presentata anche l’associazione “Un gancio al Parkinson”, nata da un’idea di Dr. Maurizio Bertoni, direttore del Centro Training Lab, in collaborazione con la dottoressa Roberta Marongiu della Cornell University di New York.

Quest’anno la Boxe Night Florence e l’Associazione “Un gancio al Parkinson” presentano un nuovo Progetto per coinvolgere la cittadinanza fiorentina e le Istituzioni.

Uno show unico che fonderà sport e spettacolo

La manifestazione del 6 febbraio, promossa anche dal Comune di Firenze e dall’Associazione “Un gancio al Parkinson” si svolgerà in una location d’eccezione, il più grande teatro della Toscana, il Teatro Verdi che in passato ha ospitato i primi incontri di pugilato negli anni ‘30 a Firenze.

Durante l’evento il Dr. Bertoni porterà la testimonianza del progetto “Un gancio al Parkinson”, con il quale aiuta molti pazienti parkinsoniani:

 “Come riporta il recente studio dell’Università di Indianapolis, pubblicato su Physical Therapy, un allenamento di boxe di non contatto migliora la qualità di vita di pazienti affetti dal morbo di Parkinson anche di grado medio-grave. L’attività fisica di una certa intensità aiuta a rallentare la progressione della malattia. La boxe, infatti, è uno dei più completi perché praticando questa disciplina si sviluppano la coordinazione dei movimenti, soprattutto tra braccia e gambe e l’armonia muscolare. “È una disciplina utile per il miglioramento di certe qualità che spesso si perdono sia per l’età che appunto in occasione di malattie neurodegenerative.”

Lo spettacolo vedrà anche la partecipazione del Circo Nero di Firenze, ispirato al film di Tod Browning del 1932, “Freaks” e che vuole presentarsi come “i freaks dei nostri tempi, chi è diverso e chi si sente diverso anche solo per una sera, e si sente parte di una famiglia che magari non conosce tutta”.

Evento principale è però la semifinale per il titolo Ebu dell’Unione Europea 10 round, durante il quale Dragan Lepei, campione Italiano Supermedi dovrà affrontare un campione designato dall’Ente Europea, dopo una importante esperienza del giovane campione a seguito dei 12 round della bella sfida a Roma contro l’ex campione del mondo Giovanni De Carolis per il titolo internazionale WBC.

New website's coming soon, leave your email to be updated