Il dispositivo medico Gondola migliora di oltre il 50% alcuni importanti parametri motori nei pazienti con Parkinson

Il dispositivo medico Gondola migliora di oltre il 50% alcuni importanti parametri motori nei pazienti con Parkinson

Un nuovo studio clinico  è stato disegnato dalla Dott.ssa Maria Francesca De Pandis, Responsabile del centro Parkinson Ospedale San Raffaele di Cassino, per validare l’efficacia del trattamento AMPS (Automated Mechanical Peripheral Stimulation) erogato dal dispositivo medico GONDOLA®. Lo studio ha consentito di documentare l’efficacia di tale trattamento nel migliorare la bradicinesia, la velocità del cammino e la lunghezza del passo.

I benefici ottenuti, misurati da un’equipe di specialisti, sono stati di notevole entità su tutti i principali parametri del cammino e, in alcuni soggetti, hanno superato anche del 50% rispetto alla condizione prima della stimolazione.
In particolare, i test hanno mostrato come i miglioramenti vengano ottenuti immediatamente dopo la stimolazione.

Nello studio clinico è stato utilizzato il test “Timed Up and Go”, che consiste nella misurazione del tempo impiegato da un soggetto per alzarsi da una sedia, percorrere tre metri, girarsi, tornare alla sedia, girarsi nuovamente e sedersi. Questo tempo è indice delle capacità motorie e, in particolare, durate del test superiori ai 14 secondi indicano un elevato rischio di caduta.
Il miglioramento dei parametri del cammino indotto nei pazienti dalla terapia erogata dal dispositivo GONDOLA® ha mostrato di indurre un importante miglioramento nei pazienti; tali risultati mostrano che l’utilizzo di GONDOLA® consente a chi vive con Parkinson di avere maggiore sicurezza nel cammino e vivere con più indipendenza.

Scopri di più sullo studio pubblicato sulla rivista Journal of Engineering and Innovative Technologies cliccando qui.
Guarda il video con l’intervista ai ricercatori che hanno condotto lo studio.