Michael J. Fox continua la sua lotta contro il Parkinson

Michael J. Fox continua la sua lotta contro il Parkinson

Qualche settimana fa si era parlato molto del peggioramento di salute dell’attore di Michael J. Fox.

All’attore di Ritorno al futuro nel 1991 è stata diagnosticata una grave forma di Parkinson giovanile e da allora combatte la sua personale lotta contro la malattia dimostrando grande coraggio e un’incredibile voglia di farcela.

La Michael J. Fox Foundation

A tal fine ha fondato la “Michael J. Fox Foundation” (qui il sito), nata nel maggio del 2000, poco dopo che l’attore annuncio il suo ritiro dalla serie TV Spin City alla quale lavorava da qualche anno.

La Fondazione si dedica quindi da più di 15 anni alla ricerca di una cura per la malattia di Parkinson. Uno dei suoi scopi è quello di riuscire a trasformare le scoperte scientifiche fatte al riguardo, in cure che possano dare beneficio alle stimate 6 milioni di persone (di cui 250.000 solo in Italia) che oggi sono afflitte da tale disturbo.

La Fondazione, negli ultimi anni, è stata la principale organizzazione impegnata nella raccolta fondi negli Stati Uniti per la malattia di Parkinson, riuscendo a finanziare la ricerca per un totale di circa 450 milioni di dollari dall’anno di nascita ad oggi.

Nel 2007 Michael J. Fox è stato, inoltre, nominato dalla rivista TIME tra le cento persone “il cui potere, talento o esempio morale stanno trasformando il mondo“, ed ha ricevuto una laurea ad honorem in medicina dal Karolinska Institutet per il suo aiuto nella ricerca contro il Parkinson.

La smentita del peggioramento

Le voci che sono circolate recentemente in rete dipingevano un Michael J. Fox totalmente diverso rispetto a quello che siamo stati abituati a vedere in questi anni, arreso e ormai vicino a spegnersi a causa di un improvviso suo peggioramento.

Fox ha deciso però di smentire personalmente la notizia in questione pubblicando un post su Twitter nel quale dichiara:

“La storia che ho letto su Globe mi ha davvero sconvolto ed è diventata virale. Inquietante e tutte stronzate. Il Globe mi ha chiesto scusa.”

Nel post riporta anche uno screen del sito del Globe contenente le loro scuse:

Globe scuse a J.Fox

“Ci scusiamo per l’articolo pubblicato dal Globe il 4 aprile. Mr. Fox continua a vivere una vita appagante, è un inguaribile ottimista e crede fermamente che riuscirà a sconfiggere la malattia. È un faro di speranza per molti malati di Parkinson e l’AMI si rammarica di aver scritto il contrario.”

In ogni caso, il Team di Gondola è con Michael J. Fox!